Cinesi in Africa

I primi contatti tra Cina e Africa sono avvenuti già nel quindicesimo secolo grazie alle spedizioni del generale Zheng He, famoso per aver portato alla corte dell’imperatore la prima giraffa vista dai cinesi, che inizialmente fu scambiata con un animale mitologico che copriva solamente durante i regni dei sovrani più illuminati.

Già a partire dalla fondazione della Repubblica Popolare Cinese, investire sull’Africa è stato un punto fondamentale della politica estera del nuovo Stato. L’obiettivo iniziale del Partito Comunista Cinese era quello di diffondere i principi della rivoluzione culturale e supportare i movimenti anticolonialisti.

Dal 2000 in poi però la Cina ha iniziato a siglare numerosi accordi con vari stati africani. Gli interessi cinesi mirano ad avere produzione a basso costo e ad utilizzare le risorse naturali del continente africano (miniere di rame, platino, ferro e cobalto) e l’estrazione del petrolio. Cosa ci guadagnano gli stati africani? Investimenti. Investimenti in infrastrutture e servizi, oltre che un incremento del loro import-export.

La Cina è attualmente il primo partner commerciale dell’Africa e molte sono le aziende cinesi in Africa, che sono impegnate in particolare nei settori dei trasporti, delle costruzioni e dell’abbigliamento. Tanti sono anche i cinesi che vivono e lavorano in Africa, in particolare in Sudafrica, ma anche in molte altre nazioni. La Cina ha inoltre recentemente incluso alcuni paesi africani nel suo progetto della Nuova via della seta.

Consigli di lettura

Alcuni consigli sul tema li trovate sul mio profilo Instagram (qui il post). Tra i saggi che spiegano le motivazioni e le tappe della “conquista” cinese dell’Africa ricordo:

  • Safari cinese,
  • Cina – Il boom made in Africa,
  • L’africa cinese
  • Le vie dell’Africa
  • Nella testa del dragone
  • La Cina e la Nuova via della Seta

Se siete appassionati di romanzi, segnalo in lingua inglese questi due:
Yellow and confused è la storia di una taiwanese migrata con la famiglia in Sudafrica nel periodo dell’apartheid.
African Ming è un romanzo diviso tra due epoche: i primi cinesi arrivati nel continente africano con la flotta di Zheng He e una famiglia moderna.

Trovate approfondimenti in lingua anche sul testo di cultura cinese Cina da Scoprire.

Se siete a conoscenza di ulteriori titoli contattatemi così li aggiungo alla lista!

Per ulteriori approfondimenti sulle politiche cinesi in Africa vi lascio alcuni articoli:

Buona lettura!